Live Report

TANKARD + HATEWORK + IRREVERENCE – Brunch, Porto d’Ascoli (AP) – 15/05/2004

Esaltante serata al Brunch di Porto d’Ascoli a base di buon “thrash old school” che ha visto come protagonisti i tedeschi Tankard alla loro terza calata nella nostra penisola, una volta tanto con una delle tre date programmate per questo mini tour, spostata un poco più a sud, favorendo così coloro che per questioni logistiche, non possono permettersi trasferte a volte improponibili.


In compagnia della storica combriccola birraiola, troviamo due delle più valide ed emergenti compagini italiane del movimento thrash tricolore, in questi anni in netta crescita: gli Hatework e gli Irreverence.
I primi a salire sul piccolo palco del Brunch sono proprio i milanesi Irreverence, band di lunga esperienza underground che punta molto sull�impatto sonoro deciso ed immediato. Nonostante il suono un pò impastato delle chitarre, hanno offerto una prova grintosa ed il pubblico, che lentamente perveniva, ha saputo ben accettare lo spirito di questi quattro ragazzi, davvero volenterosi. Un set, il loro, che ha alternato pezzi propri, dalla matrice ovviamente thrash vecchia maniera ma altrettanto personali e ricercati, e cover (come sempre in queste occasioni le più acclamate) arcinote di Death, Sodom o Kreator, bands a cui ogni buon tharshers ne deve essere devoto. Vocalist sempre pronto ad incitare il pubblico e ottima anche la prova di un batterista, preciso e veloce.

Degli Hatework ne avevo sentito parlare un gran bene, una band in orbita dal ’96 e con due full length all’attivo, l’ultimo dei quali porta il simbolico titolo di Thrash’n’0Roll. Ed infatti con loro si passa ad un thrash alquanto essenziale, molto ma molto grezzo e viscerale che si muove su coordinate marcatamente rock’n’roll. Anche loro come gli Irreverence, hanno suonato pezzi di produzione propria e cover su cui ho potuto gustare “Black Metal” dei Venom e “Too Drunk To Fuck” dei Dead Kennedys. A dire il vero l”audience fin lì presente, non si è mostrata molto calorosa nei loro confronti, forse complice una prestazione un tantino sotto tono del trio, che comunque a giudizio di chi scrive, hanno ben impressionato.

E’ l’ora quindi dei Tankard e qui, signori, sfido chiunque a dire che i quattro incalliti thrashers di Francoforte non abbiano energia da vendere. Le tante bottiglie di birra disseminate quasi ad ogni angolo del palco, le smorfie comiche di Frank (basso) e Olaf (batteria) ed il pancione mostrato con orgoglio da Gerre, fanno solo da contorno ad un setlist spaccaossa preparato per il pubblico di Porto D’Ascoli. Oltre un’ora di devastante thrash dove è stato ripercorso in lungo e in largo i vari hits del vecchio e del nuovo repertorio. Inizio affidato a “Need Money For Beer”, ovvero uno degli highlights del precedente B-Day; a seguire, due super classici della vecchia guardia, ossia due brani che non hanno bisogno di essere commentate oltremodo: “The Morning After” e “Zombie Attack”, tributate a gran voce dai presenti. Spazio quindi a due delle songs più rappresentative dell’ultimo avvincente “Beast Of Bourbon”; “Sleeping From Reality” e “Die With A Beer In Your Hand”, inframmezzate da “Space Beer”, “New Liver Please” e “Maniac Forces”.

Parte centrale con “Alcohol”, “Don Panic”, la più cadenzata “Rectifer” e “Beyond The Pubyard”, con Gerre che sceso dal palco, comincia a scorazzare per tutta la sala cantando a squarciagola fino ad arrivare in prima fila aggrappandosi alle transenne in un forsennato headbanging tra il sottoscritto ed il fido compare di ‘zine. Siamo verso l’epilogo ed altri due cavalli di battaglia come “Freibier” e “Chemical Invasion” non ci vengono certo risparmiati, ed allora un attimo per riprendere fiato e via col bis affidato ad “Alien” e “Empty Tankard”, giusto finale “festaiolo” acclamato da tutti.
Fine di un concerto dove si è visto davvero una band in gran forma e campione di onestà e semplicità con i propri fans anche nel “party” che ne è seguito a base di birra e vino (offerto gentilmente dal sottoscritto) con Gerre mattatore della serata.

Roberto Pasqua

Articoli correlati
Live Report

DISMEMBER + SCHIZO + ASTIMI + DARK SECRET - Krossower, Scordia (CT) - 19/06/2004

Cronache e sfoghiLa serata si apre sotto i migliori auspici. I Dark Secret , autori di un death melodico e ben eseguito…
Live Report

GODS OF METAL 2004 - Arena Parco Nord, Bologna - 05-06/06/2004

Poche note da premettere al report dell’dizione 2004 del Gods Of Metal. In primis, la lieta novità della nuova location che ha…
Live ReportThrash

DESTRUCTION + ENDLESSPAIN - La Sfinge, Brescia - 21/05/2004

Vengono spalancate le porte del locale alle 21 precise , salvando la folla dalla pioggia.Attaccano quasi subito gli Endlesspain, unico gruppo locale…

Lascia un commento