Speciali

SPECIAL SULL’UNDERGROUND AMERICANO

Come la solito l’underground americano si fa notare per l’eccellente stato di forma della sua scena. Il problema è che questi gruppi americani sanno come lavorare ed hanno dalla loro mezzi che i nostri gruppi purtroppo non hanno. Mi riferisco a mezzi economici, a studi di registrazione altamente professionali, alla possibilità di suonare frequentemente, a facilitazioni logisitiche non indifferenti. Il risultato lo si vede come presentano i loro pacchetti promozionali: promozionali cartonati, foto professionale, un’accurata biografia e corposi press-book.

Oggi vi parliamo di Dream or Nightmare, Of Infinity e St- Madness.

OF INFINITY

Di difficile lettura il 3-tracks demo CD dei texani Of Infinity. Infatti, il gruppo sviluppa un dark sound piuttosto complesso e crepuscolare che non lascia spazio a melodie di facile ritenzione. Il gruppo nasce nel 1999 ed attualmente sono una band da culto nel panorama dark americano. Trattasi di un terzetto capitanato dall’affascinante Alessandra Zinicola che mi ricorda Ann Boleyn. Il materiale si presenta in maniera egregia e fa capire immediatamente che non ci si trova innanzi ad una band di sprovveduti. Dicevamo di sound di non facile lettura…
Infatti, i nostri prediligono soluzioni alla Opeth o Katatonia, ma meno liriche e più metal. Così facendo, il risultato è un sound potente e camaleontico mai fine a se stesso. Bisogna ascoltare ‘The Essence of Infinity’ più volte per assaporarlo appieno. Un gruppo inquietante e gelido.

OfInfinityEmail@aol.com
www.ofinfinity.com

DREAM OR NIGHTMARE

I Dream or Nightmare sono la creatura di Joe Sims, leggendario chitarrista degli Axemaster. Quest’ultima band ha rappresentato nel corso degli anni ottanta un caso da cult band paragonabile a St. Vitus, Cirith Ungol, Manilla Road e Griffin. Dopo la fine di questa esperienza Joe Sims fonda questi Dream or Nightamre diventati in poco tempo gruppo leader della scena underground metal americana. Ciò dovuto ad un’intensa attività promozionale che vede nell’utilizzo di e-groups e chat il fulcro della stessa. Il loro nuovo album è un qualcosa di assolutamente imperdibile. Solo quattro brani, ma che convincono appieno. Qui è stato svolto un lavoro di songwriting e producing al dir poco eccezionale. E il risultato si sente, eccome. I brani godono di un sound alla Nevermore. Lo stile dei Dream or Nightmare è un mix di power metal progressivo e thrash tecnico. Ogni brano ha una sua identità che rivela l’enorme “musicinaship” dei componenti del quartetto americano.
Un gruppo da Century o Nuclear Blast…

SimsMetal@aol.com
www.dreamornightmare.com

ST. MADNESS

Che gruppo questi St. Madness! Il loro nuovo album ‘We Make Evil Fun’ è di una potenza micidiale…anche grazie ad una registrazione al cemento armato. Gruppo in attività già da parecchi anni può vantare concerti assieme a King Diamond, Van Halen,, Sacrec Reich, Misfits, Fates Warning e Monster Magnet. Loro si definiscono gruppo “thatrical metal” e credo che tale definizione calzi a pennello. Infatti, i nostri St. Madness esagerano in tutto… Nel look, un mix di Kiss e Mercyful Fate… Nei sound, un heavy metal rude e acido… Nei testi, poco inclini a cantare di “love & peace”… Ad occhio e croce, i St. Madness sono a met� strada fra Kiss, Mercyful Fate, Trouble, Alice in Chains e Wasp…
In breve, ascoltando ‘We Make Evil Fun’ si ha la netta sensazione di un tanker che ti cade addosso riducendoti in poltiglia. Un gruppo tremendo!

PROPHET667@aol.com
www.stmadness.com

Emanuele Gentile

Related posts
Speciali

Speciale Heavy Metal Polacco

Di norma la scena heavy metal polacca è da sempre piuttosto estremista in fatto di gusti e band. Infatti, i gruppi leader…
Speciali

Speciale sull'underground SICILIANO

La Sicilia nonostante atavici problemi come mancanza di posti dove suonare, l’indifferenza delle radio e pochissimi mezzi di comunicazione; continua a fornire…
Speciali

Speciale UDU Records

Da qualche mese ha iniziato ad operare una nuova realtà discografica italiana: la Udu Records. Questa etichetta è stata fortemente voluta da…

Lascia un commento