GothicNewsSymphonic Metal

LEADEN TEARS: online il video del nuovo singolo “Beloved”!

La gothic/symphonic metal band italiana Leaden Tears lancia il primo singolo e relativo videoclip che presenta il nuovo album “Nobody’s Innocent”, in uscita a gennaio 2022 per Broken Bones Records & Promotion. Si tratta della traccia “Beloved”. Il video è stato girato in una villa storica del Pistoiese, che ben si adatta alle atmosfere del singolo e allo spirito dell’album. Il video è disponibile a questo indirizzo:

PRE-ORDER APERTO, ECCO I VANTAGGI!
L’album puo’ essere pre-ordinato da subito contattando direttamente la band tramite social/sito ufficiale, oppure tramite il merch store ufficiale https://leaden-tears.launchcart.store/ . In occasione del lancio del video, tutti gli articoli sono in sconto.

Di seguito gli altri dettagli dell’imminente nuovo album “Nobody’s Innocent”:

TRACKLIST:
1 – The Siren Song
2 – Beloved
3 – Space
4 – Blame Game
5 – The Revenger
6 – Freedom
7 – Wolf-Man
8 – Moon
9 – Innocence Lost

LINE-UP:

  • Angela (mezzo soprano)
  • Rik (voice e growl)
  • Vexel (chitarra Elettrica)
  • Luigi (tastiere)
  • Francesco (basso elettrico)
  • Nicko (batteria)

BAND LINKS:

  • Sito web: http://www.leadentears.com
  • Profilo FB: https://www.facebook.com/leadentears
  • Profilo Instagram: https://www.instagram.com/leadentears_gothicmetal/
  • YouTube: https://www.youtube.com/c/LeadenTears
Related posts
DeathNewsThrashVideo

BETRAYED: guarda il video di "Time Is The Best Murderer"

Come annunciato nelle scorse settimane la thrash/death metal band Betrayed ha pubblicato un nuovo video per “Time Is The Best Murderer”, brano…
HeavyNews

I Rain tributano i Megadeth con la cover di 'Peace Sells'

I rockers bolognesi Rain, a breve distanza dall’uscita del loro ultimo singolo inedito ‘A New Tomorrow’, il 2 maggio scorso, pubblicheranno il…
HeavyNews

Tutte le date del ROMETAL 2022

Riceviamo e pubblichiamo dagli organizzatori del festival: Torna il consueto e ormai immancabile RoMetal, appuntamento a cadenza annuale che la scena underground…

Lascia un commento