Raw & Wild - WebMagazine - News - Video - Vinci un CD al mese - Compilation gratuite - Interviste - Recensioni - Date concerti
Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube

Home Recensioni Seciali Live reports Download Contatti

   
   A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z - 0 - 1 - 2 - 3 - 4 - 6 - 7 - . - Í - Æ - '





Reviews - Zora
:: Zora - Experiment n. 1 - (Autoproduzione)
AH! Finalmente, era dai tempi dei Cockandballtorture e dei Retch che non mi trovavo a recensire un bel po’ di carne macinata, che noi, addetti ai lavori, chiamiamo brutal death metal. Gli Zora sono un trio calabrese, dedito ad un brutal death senza particolari fronzoli, diretto e d’impatto, cattivo e truculento. Ovviamente, è inutile dirlo, il tema portante delle lyrics è quello canonico della decomposizione. Ma accanto a quella fisica, gli Zora espandono il discorso ad un\'altra putrefazione, quella delle menti e della società, dimostrando che il brutal death vuole dire qualcosa e non solo gorgogliare oscenità. Con l’abbattimento del buon gusto e dei canoni della buona musica, il brutal, nelle sue forme iperviolente, si schiera contro gli stupidi trendismi e i perbenismi fine a se stessi, che sono la vera causa della morte della società e, in linea diretta, della vera e buona musica.
Tosto e bastardo. Non vi è altro da dire. Zero riff e ritmiche vomitose.
Stay brutal.

MURNAU

Contact:
www.zora-experiment.tk
zora@musicadventures.com
ionadi04@hotmail.com
gspppscl@wind.it
:: Zora - Gore - (Autoprodotto - 2006)
I Glacial Fear sono una delle realtà più belle dell’underground italiano da più di un decennio. Gli Zora formati per due terzi da membri dei G.F. (Peppe Pascale voce e chitarra, Tato basso), possono vantare, quindi, un pedigree di tutto rispetto. Se poi consideriamo che il terzo membro della band è un batterista con la tecnica e la precisione di Alessandro Di Meco, è facile capire come mai Gore è un ottimo album. Il sound si rifà apertamente alla scuola americana, ma non è una sbiadita copia delle produzioni di oltreoceano, dato che può vantare di un carattere proprio. Mai noioso nelle sue dieci tracce, trascina l’ascoltatore un in maelmstrom di violenza e odio. Il titolo Gore potrebbe trarre in inganno. I testi trattano sì argomenti disgustosi, ma reali. C’è tanta violenza e miseria in giro che è più facile essere cronisti che inventori. Brani come Hipocrisy, Gore e Escape hanno il merito di mettersi in evidenza in un platter con una qualità medio-alta. Se fossero stati americani e non calabresi probabilmente ora staremmo gridando al miracolo. Ma per nostra fortuna gli Zora sono italiani, perciò supportiamoli!

g.f.cassatella

Contact
http://www.myspace.com/zoraxper
:: Zora - Scream Your Hate - (Autoprodotto - 2016)
Ok, lo confesso... il mio interesse per i calabresi Zora è nato appena ho notato la presenza in formazione dell’axeman Gianluca Molè, da sempre attivissimo in vari progetti paralleli alla band madre, i Glacial Fear. Ebbene, la sensazione di straniamento è stata inevitabile, poiché in questo caso l’autore di “Frames” mette da parte il tipico tocco “ipnotico” che da sempre accosta il suo modo di suonare a quello di mostri sacri del calibro dell’indimenticato Piggy, per abbracciare in toto il brutal death metal senza fronzoli del trio di Vibo Valentia. In effetti, i Zora sono una band piuttosto prolifica, attiva dal 2003 pur con vari rivolgimenti nella formazione (lo stesso Molè è probabilmente presente da poco tempo, almeno in base alle informazioni reperibili su internet) e con varie releases all’attivo, fino a giungere alle nove tracce che compongono “Scream Your Hate”. Personalmente, non amo il tipico registro gutturale che di questi tempi tende a sfociare nel pig squeal; ho sempre ritenuto Chris Barnes come uno dei pochi che sia riuscito a distinguersi nel genere, e in effetti i primi Cannibal Corpse sono una pietra di paragone inevitabile per chiunque scelga di suonare a questo modo. Finezze e mostri sacri a parte, i riff inanellati dagli Zora sono indubbiamente efficaci: è il caso di “Outcast”, tipica track schiacciasassi sulla falsariga di certo death americano, dell’andatura senza compromessi della successiva “Blinded” e dell’inattesa apertura sul finale di “Slave of Mind”. Così, l’album procede con una sciarada di citazioni cinematografiche e immagini estreme costruita in maniera non dissimile da quanto fecero gli indimenticabili Ciaff con il loro “Southern Commands of Violence” (seppur orientato a ben altri lidi musicali): e questa forse rappresenta la chiave migliore di lettura di un lavoro come “Scream Your Hate”, che va preso per quello che è, senza alcuna velleità modernizzatrice o ricerca spasmodica di originalità. Il trio procede dritto come un treno, senza lesinare aperture di rilievo, come su “Trapped Mosquito”, e tanto basta. Consigliatissimo agli amanti del genere!
Voto: 7/10
Francesco Faniello

Contact
www.facebook.com/Zoraband
:: Zora - U.v.a. - (Malicious Intent Rcs.)
Finalmente esordiscono gli Zora, e sono davvero contento per loro… Sapete…per un gruppo del Sud non è sempre facile arrivare a raggiungere soddisfacenti risultati promozionali. Gli Zora ci sono riusciti e la Malicious Intent Records ha deciso di ristampare prima di tutto “U.v.a.” in attesa del loro nuovo album. Tutte le peculiarità dello Zora’sound sono ben evidenti. Un death thrash d’impatto dove una brutalità controllata assurge a base del loro pregevole sound. Il tutto supportato da una indubbia preparazione in termini di fondamentali e da una registrazione indovinata e capace di farci ascoltare nei minimi dettagli il variegato sound degli Zora… Una bella idea quella di ristampare “U.v.a.”… Ed ora il nuovo album...

Emanuele Gentile

Contact
www.zora-experiment.tk
<<< indietro


   
Destruction
"Thrash Anthems II"
Niamh
"Corax"
Death2Pigs
"eMpTyV"
The German Panzer
"Fatal Command"
Appice
"Sinister"
AA.VV.
"Live At Wacken 2015: 26 Years Louder Than Hell"
Salmagündi
"Life O Braen"
The Outer Limits
"Apocalypto"

Archivio resensioni >>>




Raw & Wild TV   

This text will be replaced

Archivio video>>>



Interviste
Speciali
Live reports




Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube


RAW & WILD 2000 / 2016 - P. IVA 03312160710
Ogni riproduzione anche parziale è vietata - Info

Powered by RWdesignstudio.net

admin   
Home | Recensioni | Interviste | Speciali | Download | Live reports | Contatti

La tua pubblicità su R&W
Collabora con Raw & Wild