Raw & Wild - WebMagazine - News - Video - Vinci un CD al mese - Compilation gratuite - Interviste - Recensioni - Date concerti
Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube

Home Recensioni Seciali Live reports Download Contatti

   
   A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z - 0 - 1 - 2 - 3 - 4 - 6 - 7 - . - Í - Æ - '





Reviews - Vaniggio
:: Vaniggio - Solo un sogno - (Music Force - 2019)
Vi dirò: quando la Music Force mi ha segnalato i Vaniggio, non ho dato alla cosa il giusto peso. E sì che l’etichetta ormai sa bene quali siano le mie inclinazioni musicali, quindi difficilmente avrebbe speso parole vane per consigliarmi, tra i vari promo, l’ascolto di “Solo un sogno”. Sarà il monicker, che mi ha ricordato il nome di qualche borgo sperduto su colline polverose, o magari il fatto che il primissimo, distratto ascolto delle prime tracce dell’album non abbia sortito l’effetto sperato. Ecco perché (e lo ripeto sempre) preferisco dare a ogni disco il “suo” tempo, che poi in realtà è il mio – ma immagino si sia capito. “Solo un sogno” è per la verità un dischetto interessante, e vi dirò perché. Va innanzitutto detto che “Vaniggio” deriva dal nome del leader Ivan Griggio, svizzero ticinese in giro da un po’, sia nel mondo cantautoriale che in quello più vicino al rock e al metal. Immagino che sia svizzera anche la band che lo accompagna in questo disco di debutto (che segue i due singoli usciti rispettivamente nel 2017 e nel 2018), ma la cosa è ininfluente: sembra banale dirlo, ma il primo passo per apprezzare Vaniggio sia quello di ascoltarlo ad alto volume. Avete letto bene: ad alto volume, per poter apprezzare appieno gli arrangiamenti essenziali eppure efficaci, su cui si colloca la voce di Ivan, roca e stradaiola in un modo inusuale. Non dico del tutto originale, ma inusuale, poco consueto in un’epoca come questa, dove se fai “rock” o hai uno stile graffiante o sei pulito e limpido, a volte fino all’eccesso. Ecco, Ivan ha uno stile vicino a Enrique Bunbury degli Heroes Del Silencio, appena appena “grignanizzato”, ma solo per aggiungere quella punta di “roco” in più nel timbro senza andare sull’altro versante, quello debitore del sempiterno Piero Pelù. Detto questo, i nove pezzi che compongono “Solo un sogno” magari non hanno quell’unità di intenti tipica dei concept album, ma restituiscono la fotografia di un progetto verace e sanguigno, con qualche piccola asperità da smussare (specie in alcune linee vocali) ma con tanti punti di interesse, a partire dall’opener “A volte basta”, dall’incedere cadenzato ma dai nervi a fior di pelle, guidata com’è dal basso suonato dallo stesso Ivan Griggio. Affiora quella passione per il cantato dinamico che abbiamo potuto osservare nella scena rock italiana di (ormai) tre decadi orsono, con Karma, Timoria e Afterhours ad affiorare qua e là senza però mai rubare la scena ai grandi riferimenti internazionali, come il grunge o i Deep Purple, che fanno capolino su “Dai un nome alle cose”, insieme ai già citati arrangiamenti, che prendono a piene mani anche dai Litfiba della Tetralogia – “Ogni vestito” e “Mai come sembra” ne sono esempio – fino ad aprirsi verso orizzonti più ampi e indulgendo spesso su passaggi dal sapore prettamente metal, sottolineati dalla sezione ritmica. Poi, episodi più inguaribilmente tamarri ce ne sono: “Amoreuncazzo”, lo swing da saloon “Una carezza non vuol dire amore” e le melodie aperte della title track, ma anche questi fanno parte del “gioco”. Aspettando magari di vederli al fianco dei Gotthard, nulla di meglio che metter su “Solo un sogno” nei vostri viaggi in macchina!
Voto: 7,5/10
Francesco Faniello

Contact
www.facebook.com/vaniggio
<<< indietro


   
Crash Burn Inferno
"Electric Church Of The Middle Finger"
Notturno Concertante
"Let Them Say"
Destruction
"Born to Thrash"
Supernovos
"Nahtlos"
The Great Kat
"Beethoven’s Violin Concerto"
Chien Bizarre
"Mostri"
Twelve
"Twelve"
Witchcraft
"Black Metal"

Archivio resensioni >>>




Raw & Wild TV   


Archivio video>>>



Interviste
Speciali
Live reports




Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube


RAW & WILD 2000 / 2020
Ogni riproduzione anche parziale è vietata - Info


admin   
Home | Recensioni | Interviste | Speciali | Download | Live reports | Privacy | Contatti

La tua pubblicità su R&W
Collabora con Raw & Wild