Raw & Wild - WebMagazine - News - Video - Vinci un CD al mese - Compilation gratuite - Interviste - Recensioni - Date concerti
Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube

Home Recensioni Seciali Live reports Download Contatti

   
   A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z - 0 - 1 - 2 - 3 - 4 - 6 - 7 - . - Í - Æ - '





Reviews - Theragon
:: Theragon - Where The Stories Begin - (Art Gates Records - 2020)
Che il power metal non sia mai stato il mio genere preferito lo sanno tutti quelli che mi conoscono, anche i tasti della mia tastiera. La casa discografica Art Gates Records fa esordire questi Theragon, un quintetto proveniente dalla storica Valencia autore di questo debutto dal titolo “Where The Storiers Begin”: il quintetto è formato da Ferran Quiles (voce), Alejandro Ibáñez (chitarre), Enrique García (basso), Hèctor Palanca (tastiere), Joan Andreu Quiles (batteria). Come premesso, parliamo di power metal melodico europeo/tedesco con tematiche fantasy per questa confezione non necessariamente originale ma abbondante di melodia accattivante, veloce e sentimentale nello stesso tempo. I Gamma Ray hanno fatto scuola e le canzoni proposte in una maniera o nell’altra finiscono per ricordarli. Un pizzico dei Majestica non guasta di certo. I Theragon sono sinfonici ma non troppo, usano cori fantasy ma non troppo, hanno quel gusto power ripetitivo sì ma non per questo fastidioso. L’intro trionfale epico da colonna sonora “The Prophecy” preannuncia la autotitolata “Theragon” e ci tuffiamo nelle atmosfere melodic power cristalline. “Blazeborn” e “The Eternal War” aggiungono al comparto musicale dei Nostri tocchi di fantasy ed epicità. Neoclassica nella sua interpretazione più pura (mi ricorda i nostrani Rhapsody) la successiva “Fire blood”, articolata e avvenente al punto giusto. Si cavalca con “As the Wind”, anzi si vola con e come il vento. Semi ballad elettrica con “Am I”, forse più un mid tempo. Folk tra taverne vino e birra come da tradizione power con “Drunk Dwart Inn”, tanto trascinante quante godereccia.
La suite finale “Talisman of Tears” è un racconto fiabesco che esprime tutte le capacità compositive dei nostri, racchiudendo il loro spirito, la loro tecnica, il loro talento, sempre a servizio della canzone, funzionale alla descrizione epica e lirica. Dolcemente sorridente la cover del guru fine anni 80 Ricky Astley: “Never Gonna Give You Up” mi fa tornare indietro nel tempo quando odiavo questo tipo di musica. Tranquilli, l’ho rivalutata in parte, pensando anche alla tristezza pop musicale attuale e degli ultimi vent’anni. I ragazzi dei Theragon si faranno, ancora qualche pecca nel mix finale sui volumi strumentali e qualche forzatura vocale, ma se il buongiorno si vede dal mattino…
Voto: 7/10
Daniele Mugnai

Contact
www.facebook.com/theragonofficial
<<< indietro


   
Saxon
"Inspirations"
Crawling Chaos
"XLIX"
My Sunday Spleen
"Prisoners of Nowhere"
Theragon
"Where The Stories Begin"
Hyrgal
"Fin de Règne"
Manoluc
"Asa Nisi Masa"
Les Chants de Nihil
"Le Tyran et l’Esthète"
Legado de una Tragedia
"Britania"

Archivio resensioni >>>




Raw & Wild TV   


Archivio video>>>



Interviste
Speciali
Live reports




Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube


RAW & WILD 2000 / 2020
Ogni riproduzione anche parziale è vietata - Info


admin   
Home | Recensioni | Interviste | Speciali | Download | Live reports | Privacy | Contatti

La tua pubblicità su R&W
Collabora con Raw & Wild