Raw & Wild - WebMagazine - News - Video - Vinci un CD al mese - Compilation gratuite - Interviste - Recensioni - Date concerti
Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube

Home Recensioni Seciali Live reports Download Contatti

   
   A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z - 0 - 1 - 2 - 3 - 4 - 6 - 7 - . - Í - Æ - '





Reviews - The Doomsday Kingdom
:: The Doomsday Kingdom - The Doomsday Kingdom - (Nuclear Blast - 2017)
“Ford è nella sua vecchia caffettiera – mormorò il Direttore – e tutto va bene nel mondo”. Non so perché, ma al primo ascolto dei Doomsday Kingdom mi è venuto in mente proprio questo passo tratto da “Il Mondo Nuovo” di Aldous Huxley. O forse sì, lo so... perché, da un disco come questo debutto sulla lunga distanza del nuovo progetto di Leif Edling, quello che ci sia aspetta è la conservazione, la ripetizione rassicurante, l’eterno ritorno; cose così, insomma! Anticipato dall’EP “Never Machine”, “The Doomsday Kingdom” consta di otto pezzi che confermano il sornione bassista come novello Re Mida del metallo. Proprio così: Leif Edling rende oro tutto ciò che tocca. Eppure... c’è un però, e lo dico subito. Perché diavolo non abbia fatto uscire questa release a nome Candlemass, mi chiedo. Sarebbe risultata comunque più fresca dei plumbei capitoli anni ’90 pre-reunion con Marcolin, nonché di spessore infinitamente superiore a quella “Death Thy Lover” la cui pubblicazione non ha affatto sortito l’effetto sperato. Ecco, forse mi manca la certezza che il quintetto di Stoccolma sia lì, in pianta stabile, e a ricordarlo concorrono gli arpeggetti in stile Mats “Mappe” del break di “Never Machine”, mentre il pianoforte di “See You Tomorrow” richiama il tocco della sabbathiana “Fluff”, sbilenco com’era il modo di suonarlo ad opera del buon Iommi, col singolo “A Spoonful Of Darkness” che è già un piccolo classico. Un po’ “Assassin Of Light” nell’incipit, ma fa nulla. Non voglio certo scomodare i grandi capisaldi degli anni ’80, ma siamo perlomeno sui livelli artistici del periodo con Lowe, per non parlare del valore aggiunto conferito dalla presenza di forze fresche alla corte di Edling, e forse questa è la chiave di lettura: libero dalle maglie e dai canoni della band che ha contribuito a fondare, il Nostro si esprime più liberamente. Lo ha dimostrato con gli Avatarium, lo dimostra anche qui. È un po’ la sindrome di Bruce Dickinson: ogni tanto fai cose buone, ogni tanto cose che capisci solo tu, ma chi ti ama ti segue, a patto che torni all’ovile, ogni tanto. E all’ovile si torna con “The Sceptre” gran pezzo, déjà-vu di quella “Temple Of The Dead” presente su “Chapter VI” e soprattutto impreziosito dall’operato di Marcus Jidell, prezioso chitarrista che – non mi stancherò mai di dirlo – è un compendio di quanto di meglio la Svezia abbia offerto al mondo della sei corde nella Storia. Malmsteen, Johansson e Wead, fate un po’ voi (è vero,manca LaRoque nella mia lista, ma non si può avere tutto...): tra le gemme prodotte sotto la sua egida restano da citare “The Silence” e la diluita “The God Particle”, collocata a fine tracklist. E il cantante? Ve la dico tutta, Niklas Stalvind per me potrebbe cantare anche nei Candlemass, non mi accorgerei della differenza con il pur bravo Mats Leven. Il fatto però è che sono legato a Messiah, quindi qualsiasi altra soluzione mi sembra sempre instabile, precaria, provvisoria; a dispetto di ciò, Leif Edling tira fuori un altro disco che nulla aggiunge, ma che è già irresistibile. Il resto ve lo spiega sua Forderia, il Governatore Mustafa Mond: “La stabilità – insisteva il Governatore – la stabilità. Il bisogno primo e ultimo. La stabilità. Donde tutto ciò”.
Voto: 8/10
Francesco Faniello

Contact
www.facebook.com/thedoomsdaykingdom
<<< indietro


   
Rainbow Bridge
"Dirty Sunday"
The C. Zek Band
"Set You Free"
Buzzøøko
"Giza"
Carnera
"La Notte Della Repubblica"
The Doomsday Kingdom
"The Doomsday Kingdom"
Northway
"Small Things, True Love"
Kill Your Karma
"What Hides Behind The Sun"
L’Ira Del Baccano
"Paradox Hourglass"

Archivio resensioni >>>




Raw & Wild TV   

This text will be replaced

Archivio video>>>



Interviste
Speciali
Live reports




Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube


RAW & WILD 2000 / 2016 - P. IVA 03312160710
Ogni riproduzione anche parziale è vietata - Info

Powered by RWdesignstudio.net

admin   
Home | Recensioni | Interviste | Speciali | Download | Live reports | Contatti

La tua pubblicità su R&W
Collabora con Raw & Wild