Raw & Wild - WebMagazine - News - Video - Vinci un CD al mese - Compilation gratuite - Interviste - Recensioni - Date concerti
Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube

Home Recensioni Seciali Live reports Download Contatti

   
   A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z - 0 - 1 - 2 - 3 - 4 - 6 - 7 - . - Í - Æ - '





Reviews - The Charm The Fury
:: The Charm The Fury - The Sick, Dumb and Happy - (Nuclear Blast - 2017)
“The Sick, Dumb and Happy” è un disco sostenuto da un’intelligenza feroce e dalla voglia di riportare in voga un certo tipo di sound moderno, mettendo in mostra una band con i “muscoli” e che vuole farci battere la testa! Con il primo brano (Down On The Ropes) la band si cimenta in un scabroso assalto mosh-metal, riportando in mente la magia di quel metal diretto alla Pantera e/o alla Slipknot. Brano dopo brano, troviamo a destreggiarsi, tra urla gutturali e voce da rocker di Mtv, la cantante Caroline Westendorp… che spiazza (e non poco) quando passa dal cantato pulito alle furiose urla da cantante metal-core. A livello lirico, “The Sick, Dumb and Happy” è un disco ricco di intriganti racconti preventivi di auto-distruzione, degli orrori della guerra e della diffusione della corruzione attraverso il mondo politico e finanziario. Comunque, scorrendo i brani, arriviamo a No End in Sight (per citarne una), dove si ritrovano cenni di quel metal svedese alla In Flames, Darkane & Co. (quello più aperto a nuove contaminazioni, parliamo dei loro nuovi dischi)! La band olandese ci regala brani interessanti ma non sempre originali, che si alternano ad episodi meno incisivi e che spaziano (come già scritto) da un certo metal muscoloso e moderno ad atmosfere che potrebbero ricordare anche gli Evanescence – per fare un esempio, quando Caroline canta con la voce “pulita”. Una band che vuole prima citare anche i Lamb of God – in The Future Need Us Not – e subito dopo dedicarsi a una ballad strappalacrime (Silent War) dal “carattere” e ispirazione diverso da quanto proposto fino ad allora! Che aggiungere… è un disco caratterizzato da refrain interessanti, ma non stravaganti; da sfuriate metalliche e ritmiche martellanti, che ricordano per lo più le band citate e che richiama un certo metalcore / groove metal; accompagnati però da una produzione precisa e potente. La band è attiva dal 2010, ha pubblicato un Ep nel 2012 (The Social Meltdown), ma l’esordio vero è proprio arriva nel 2013 con A Shade of My Former Self. Sulla presentazione allegata dalla Nuclear Blast, campeggia questa frase: “The world is fucked, but it’s great food for writing!”... a buon inteditor poche parole! Perciò, con questa frase suggerisco l’acquisto di questa album ai fan delle sonorità e delle band citate… del resto, The Charm The Fury è una band ancora acerba, ma interessante – aspettiamo buone nuove!
Voto: 6,5/10
Giovanni Clemente

Contact
www.facebook.com/thecharmthefury
www.thecharmthefury.com
www.twitter.com/thecharmthefury
<<< indietro


   
Banana Mayor
"Primary Colors Part I: The Red"
Deflore
"Epicentre"
Where The Sun Comes Down
"Welcome"
Lo Fat Orchestra
"Neon Lights"
Eyelids
"Endless Oblivion"
Disequazione
"Progressiva Desolazione Urbana"
Labyrinth
"Architecture Of A God"
Uneven Structure
"La Partition"

Archivio resensioni >>>




Raw & Wild TV   

This text will be replaced

Archivio video>>>



Interviste
Speciali
Live reports




Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube


RAW & WILD 2000 / 2016 - P. IVA 03312160710
Ogni riproduzione anche parziale è vietata - Info

Powered by RWdesignstudio.net

admin   
Home | Recensioni | Interviste | Speciali | Download | Live reports | Contatti

La tua pubblicità su R&W
Collabora con Raw & Wild