Raw & Wild - WebMagazine - News - Video - Vinci un CD al mese - Compilation gratuite - Interviste - Recensioni - Date concerti
Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube

Home Recensioni Seciali Live reports Download Contatti

   
   A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z - 0 - 1 - 2 - 3 - 4 - 6 - 7 - . - Í - Æ - '





Reviews - Tagliamidettagli
:: Tagliamidettagli - Nel Segreto - (Porrozine/Pessimi Agrumi/Qanat Records - 2017)
Non sono mai stato un grande estimatore del punk melodico, questo è certo. Tra l’altro, ricordo distintamente un’ottima fanzine specializzata in quel genere, “Sprazzi di mille mussole”, che per me parlava sostanzialmente ostrogoto, non fosse che per gli ovvi accenni a un passato “condiviso” – Ramones e Misfits su tutti. Ovvio che il primo impatto con i redivivi Tagliamidettagli sembri pericolosamente vicino a quanto descritto prima, anche se basta andare un po’ più a fondo per scoprire qualcosa di molto familiare: tanti bei nomi nel passato dei cinque componenti della band, tra cui spiccano Merrygoround e Semprefreski, due monicker che ricordano il glorioso passato della scena melodica siciliana (ma con un “taglio” ben più profondo), un passaggio presso il mitico Studio Acqualuce nonché nella programmazione di Planet Rock, e soprattutto un piacevole déjà-vu di matrice Kina nei cinque pezzi che compongono questo nuovo EP, emozionali al punto giusto e con quel velo di malinconia che controbilancia il piglio scanzonato proprio del genere. Cinque pezzi in poco più di dieci minuti per un dischetto che ci riporta ai fasti degli anni ’90, alla personale visione italiana di una California riveduta e adattata a tutte le contraddizioni del Bel Paese, con inevitabili ripercussioni nel sound e nell’attitudine. La title track in apertura è una bella scheggia impreziosita dagli immancabili coretti, e le melodie della successiva “Che colpa ha?” non possono fare a meno di citare il trio aostano già nominato in precedenza, lì dove “Ti muore dentro” mi ha ricordato (inevitabilmente?) i conterranei Alter-Azione (quelli più melodici, prima della svolta di “In... Disciplina”); sarà qualcosa incastonato tra le melodie vocali, sarà l’atmosfera generale, chissà... si chiude con l’irresistibile “Chi può dirmi”, ideale punto di contatto tra il passato condiviso di cui sopra (Ramones) e le evoluzioni semiserie degli Husker Du di “Flip Your Wig”. La coproduzione a opera di un po’ di nomi dell’underground passato e presente fa il resto, tanto da convincerci ad aspettare il full length, sperando in un’ulteriore evoluzione della formula dei cinque palermitani!
Voto: 7/10
Francesco Faniello

Contact
www.facebook.com/tagliamidettagliband
<<< indietro


   
Entering Polaris
"Godseed"
Pizdamati
"La Mia Vita"
Hyrgal
"Serpentine"
Fakir Thongs
"Lupex"
Gualty
"Transistor"
Necrodeath
"The Age Of Dead Christ"
Paradise Lost
"Believe In Nothing (remixed-remastered)"
Virtual Time
"From The Roots To A Folded Sky"

Archivio resensioni >>>




Raw & Wild TV   

This text will be replaced

Archivio video>>>



Interviste
Speciali
Live reports




Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube


RAW & WILD 2000 / 2018
Ogni riproduzione anche parziale è vietata - Info


admin   
Home | Recensioni | Interviste | Speciali | Download | Live reports | Privacy | Contatti

La tua pubblicità su R&W
Collabora con Raw & Wild