Raw & Wild - WebMagazine - News - Video - Vinci un CD al mese - Compilation gratuite - Interviste - Recensioni - Date concerti
Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube

Home Recensioni Seciali Live reports Download Contatti

   
   A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z - 0 - 1 - 2 - 3 - 4 - 6 - 7 - . - Í - Æ - '





Reviews - Sworn Enemy
:: Sworn Enemy - Gamechanger - (M-Theory / PHD - 2019)
Beh, lo sapete: ho un’idea tutta mia del cosiddetto metalcore. Per prima cosa, mal digerisco tuttora lo “scippo” della definizione ai danni della gloriosa galassia crossover thrash, ma mi rendo conto che è un segno dei tempi da ormai molto, molto tempo, e con le definizioni è così: un attimo prima pensavi fossero inattaccabili, un attimo dopo ti ritrovi Marianne Faithfull in un disco dei Metallica. Capita così che le vecchie e nuove glorie crossover thrash oggi possano alternativamente essere definite thrash o hardcore, e passare persino per gli integralisti del genere, mentre il sigillo del metalcore si applichi più o meno a tutti quei gruppi che rifuggono il D-beat, e nulla mi toglie dalla testa che sia una frangia nata per via degli evidenti limiti tecnici dei suoi primi batteristi! Ma bando alle ciance e parliamo di questi Sworn Enemy. Nascere nel Queens non può che costituire un viatico diretto ad abbracciare determinati suoni, ed è chiaro che il quintetto abbia potuto “sentire” le vibrazioni giuste sin dalla tenerissima età; in effetti, la band è in giro dai primi 2000 e ha sfornato una manciata di dischi ed EP, i primi dei quali prodotti da Jamey Jasta degli Hatebreed (altra band da me “sdoganata” proprio su queste pagine, nonostante la diffidenza iniziale) per la sua Stillborn Records. Cognomi come LoCoco, Garzilli, Pucciarelli (ah... New York, New York!), produzione affidata a Rob Flynn, in giro con gli Anthrax... non stupisce che “Justify” citi da vicino il rifferama degli Slayer e che questi newyorkesi dalle ascendenze tricolori abbiano un modo inusuale di mescolare thrash e HC, prediligendo ora una ora l’altra componente all’interno di uno stesso pezzo piuttosto che creare un unico colosso crossover thrash, come si faceva ai vecchi tempi. Effetto straniante, ma non privo di una sua efficacia. Le primissime note dell’intro mi hanno fatto pensare ai Cro-Mags di “Alpha-Omega”, ma è con la super maligna “Prepare For Payback” e l’inatteso lavoro di lead guitar in stile Megadeth che gli Sworn Enemy dispiegano le loro carte, con “Seeds Of Hate” che mi ha ricordato da vicino i nostri Addiction 96; una tracklist prolissa ma non priva di episodi di rilievo, come “Fragments Of A Broken Life” e il viaggio impossibile da Oi! a HM di “The Consequence”. Undici pezzi sono forse troppi, ma al netto dei gusti personali questo “Gamechanger” ci consegna soprattutto la fotografia di una band matura e molto migliorata rispetto ai primi vagiti risalenti allo scorso decennio. Da ascoltare, per capire lo stato dell’arte dell’hardcore in una delle sue capitali più importanti.
Voto: 7/10
Francesco Faniello

Contact
www.facebook.com/OfficialSwornEnemy
<<< indietro


   
Global Scum
"Odium"
Twelve Back Stones
"Becoming"
Carnifex
"World War X"
Blazon Stone
"Hymns of Triumph and Death"
Uncledog
"Passion / Obsession"
La Janara
"Tenebra"
Tomorrow’s Outlook
"A Voice Unheard"
Darkthrone
"Old Star"

Archivio resensioni >>>




Raw & Wild TV   


Archivio video>>>



Interviste
Speciali
Live reports




Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube


RAW & WILD 2000 / 2018
Ogni riproduzione anche parziale è vietata - Info


admin   
Home | Recensioni | Interviste | Speciali | Download | Live reports | Privacy | Contatti

La tua pubblicità su R&W
Collabora con Raw & Wild