Raw & Wild - WebMagazine - News - Video - Vinci un CD al mese - Compilation gratuite - Interviste - Recensioni - Date concerti
Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube

Home Recensioni Seciali Live reports Download Contatti

   
   A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z - 0 - 1 - 2 - 3 - 4 - 6 - 7 - . - Í - Æ - '





Reviews - Supernovos
:: Supernovos - Nahtlos - (Luminol Records - 2020)
Dopo l’interessante band colombiana recensita qualche giorno fa (i Twelve, ndr), eccomi con i Supernovos, sempre sotto l’indipendente Luminol Records: un quartetto strumentale (attivo dal 2012) composto da Alessandro Turrini (chitarra), Filippo Batisti (synth e tastiere), Gaia Tassinari (basso) e Gianfranco Prestifilippo (batteria). Il disco è stato registrato al Vacuum Studio di Bruno Germano e Simone Padovan, nonché masterizzato a Chicago (da Carl Saff). Il sound proposto è il risultato di una continua ricerca sperimentale (e sonora), fra atmosfere psichedeliche, ritmi serrati e riff avvincenti. Il disco è stato già presentato al Covo Club di Bologna e contiene sei brani dove emozioni, potenza e delicatezza, si miscelano in un incredibile e affascinante viaggio strumentale. Il post rock di “Saturn Doggo” vi trascinerà in un ipnotico viaggio strumentale, fra la psichedelia e sognanti atmosfere cosmiche. “Wundercliffs” inizia con un tiro più selvaggio (passatemi il termine), per poi riprendere il viaggio cosmico e le atmosfere sognanti. “Ubermaschine” è un brano più “elettronico” e moderno, dove i synth dirigono la navicella Supernovos verso loop che esplodono in più parti nell’intermezzo, una piacevole “ballata” che invita a chiudere gli occhi e spegnere ogni luce attorno (provare per credere!)... un altro brano incantevole! Ho tralasciato “Wundercliffs pt.II” e “Ubermaschine pt.II” perché il disco dovete ascoltarlo e scoprirlo per intero! Resta da citare la conclusiva “Bismuth”, che ricalca e prosegue fra tempi variabili e tumultuosi cambi di atmosfere (restando in tema “introspettivo”); un viaggio che miscela con sapienza e (tanta) bravura il meglio del post rock. Non a caso, l’etichetta dice che la band bolognese si ispira a: God Is An Astronaut, Mogwai, Mono, etc… Cos’altro dire, “Nahtlos” è un disco trascendentale, che fa sognare e che va ascoltato più e più volte (anche per cogliere tutte le sfumature); un lavoro molto interessante e che contiene sei canzoni (potenti e delicate) al servizio delle emozioni. Consigliato!
Voto: 8/10
Giovanni Clemente

Contact
www.facebook.com/SUPERNOVOSband
www.supernovosband.com
<<< indietro


   
Crash Burn Inferno
"Electric Church Of The Middle Finger"
Notturno Concertante
"Let Them Say"
Destruction
"Born to Thrash"
Supernovos
"Nahtlos"
The Great Kat
"Beethoven’s Violin Concerto"
Chien Bizarre
"Mostri"
Twelve
"Twelve"
Witchcraft
"Black Metal"

Archivio resensioni >>>




Raw & Wild TV   


Archivio video>>>



Interviste
Speciali
Live reports




Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube


RAW & WILD 2000 / 2020
Ogni riproduzione anche parziale è vietata - Info


admin   
Home | Recensioni | Interviste | Speciali | Download | Live reports | Privacy | Contatti

La tua pubblicità su R&W
Collabora con Raw & Wild