Raw & Wild - WebMagazine - News - Video - Vinci un CD al mese - Compilation gratuite - Interviste - Recensioni - Date concerti
Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube

Home Recensioni Seciali Live reports Download Contatti

   
   A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z - 0 - 1 - 2 - 3 - 4 - 6 - 7 - . - Í - Æ - '





Reviews - Mouth Of Clay
:: Mouth Of Clay - Darkened Sun - (Akarka/Black Widow Records - 2017)
Sfido chiunque a sfilare, senza saper nulla dei Mouth Of Clay, dal bel box cartonato uno dei due cd di Darkened Sun, infilarlo nello stereo e non credere che si tratti dell’ennesima ottima ristampa a opera dell’Akarma di una qualche band misconosciuta degli anni 70. Ammetto di essermi fatto ingannare! Per deformazione do il primo ascolto al disco senza leggerne le note promozionali redatte dalla casa discografica, cerco di farmi un’idea di massima senza condizionamenti. Solo dopo approfondisco lo studio della biografia della band di turno. Sono stato gabbato sin dalla prima traccia, “Made Of Lead”: mi son detto, ma dove le vanno a recuperare ’ste band vetuste dimenticate da tutti? Invece no, i Mouth Of Clay nascono a inizio anni 2000 e si sciolgono quasi subito, nel 2002. Questo doppio cd non è un disco nuovo della band svedese, bensì una raccolta di brani editi in varie formati in quel biennio di vita, che portò alla realizzazione di due demo – Colors Of Utopia e A New Beginning – e di un album, What Have You Got To Lose?. Questi ragazzi – Jocke Erikson (voce e chitarra), Jugge Lindhult (basso), Hawkan England (chitarra), Brunnken Brunnkvist e Olle Frodin (batteria in periodi differenti) – hanno avuto la sfiga di incidere i loro dischi prima che certe sonorità tornassero di moda grazie al successo di Graveyard, Kadavar, Blues Pills. Siena Root (con quest’ultimi ci sono stati anche dei membri in comune) e compagnia freakettona, perché se avessero potuto cavalcare quell’onda, probabilmente ora parleremmo di una band acclamata dai fan e dalla stampa specializzata. I Mouth Of Clay ci sapevano fare, si muovevano con disinvoltura sulle piste tracciate dai vari Deep Purple, Led Zeppelin, Mountain, ripercorrendo a strappi quella che sono state le diverse stagioni del periodo d’oro del Rock Duro, giocando con le radici blues del genere, arrivando sino alle influenze funky tanto care a gente come Glenn Hughes. Grazie a Dio, l’Akarma ridà una seconda possibilità a queste canzoni e lo fa nel migliori dei modi, inserendole in uno splendido box cartonato che, di per sé, invoglia l’acquisto. Se siete alla costante ricerca di suoni datati e polverosi, Darkened Sun è il sole oscuro che potrà illuminare alla grande le vostre giornate!
Voto: 8/10
g.f.cassatella

Contact
www.facebook.com/Mouth-Of-Clay-188009798648172
www.blackwidow.it
<<< indietro


   
Entering Polaris
"Godseed"
Pizdamati
"La Mia Vita"
Hyrgal
"Serpentine"
Fakir Thongs
"Lupex"
Gualty
"Transistor"
Necrodeath
"The Age Of Dead Christ"
Paradise Lost
"Believe In Nothing (remixed-remastered)"
Virtual Time
"From The Roots To A Folded Sky"

Archivio resensioni >>>




Raw & Wild TV   

This text will be replaced

Archivio video>>>



Interviste
Speciali
Live reports




Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube


RAW & WILD 2000 / 2018
Ogni riproduzione anche parziale è vietata - Info


admin   
Home | Recensioni | Interviste | Speciali | Download | Live reports | Privacy | Contatti

La tua pubblicità su R&W
Collabora con Raw & Wild