Raw & Wild - WebMagazine - News - Video - Vinci un CD al mese - Compilation gratuite - Interviste - Recensioni - Date concerti
Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube

Home Recensioni Seciali Live reports Download Contatti

   
   A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z - 0 - 1 - 2 - 3 - 4 - 6 - 7 - . - Í - Æ - '





Reviews - In.Si.Dia
:: In.Si.Dia - Denso Inganno - (Punishment 18 Records - 2017)
Erano gli anni ’90, e da Brescia arrivava una thrash band che cantava in italiano e che se inizialmente ha fatto storcere il naso ai più, nel tempo si è guadagnata una fama di culto; fama guadagnata anche per il coraggio di aver usato la lingua madre – poco impiegata nel metal all’epoca; certo, negli ultimi anni molte band italiane hanno inserito all’interno delle loro canzoni alcune parti cantate in italiano, ma di tempo ne è passato! La prima incarnazione della band (chiamata Inviolacy – e con un demo dal titolo “No Compromises!”), permise loro di farsi spazio nell’underground; la fortuna portò Omar Pedrini (Timoria) ad aiutarli a firmare con la (major) Polydor, per poi produrre e arrangiare l’album d’esordio. Come molti sapranno, gli In.Si.Dia hanno alle spalle due dischi interessanti, “Istinto e Rabbia” del 1993 e “Guarda Dentro Te” del 1995 (recentemente ristampati da un’altra etichetta italiana – che però non ha gradito questo “matrimonio” con la Punishment!). Però lasciamo da parte il passato, e andiamo ad analizzare il nuovo disco… che inizia subito con una sfuriata tipicamente thrash in “Il Mondo Possibile”. Invece, “Mai Perdere il Controllo” ha un sound più moderno, molto vicino agli Extrema degli anni 2000! Arriviamo alla title-track e al suo mid tempo che dà respiro alla band e a chi ascolta l’album – schiacciato tra i quattro brani precedenti e la successiva “La Case dei Segreti”, altro brano violento, con richiami tra classico thrash e segnali più moderni; finora l’unico brano con il cantato growl. Scorrendo, brano dopo brano, possiamo respirare con un altro mid tempo (“Sintesi”), prima di chiudere con altri due episodi accattivanti e massicci! Insomma, un bel ritorno per gli In.Si.Dia… un graditissimo ritorno, per chi (come me) impazziva per “Guarda Dentro Te” o per il primo album. Come nei succitati lavori, la voce in italiano conferisce un’atmosfera vicina all’hardcore punk italiano, senza rinnegare i temi in pieno stile metal e il riffing tipicamente thrash. Le atmosfere incazzate tipiche dei bresciani si mescolano ad un thrash metal dal taglio moderno, con un risultato impeccabile e non disprezzabile. Bel disco In.Si.Dia, bentornati!
Voto: 7,5/10
Giovanni Clemente

Contact
www.facebook.com/insidia.official
<<< indietro


   
Blue Hour Ghosts
"Blue Hour Ghosts"
Devil’s Hound
"Depressive Letters"
Frode Hovd’s Aldaria
"Land Of Light"
Battle Beast
"Bringer Of Pain"
Virgin Steele
"Visions of Eden"
Overkill
"The Grinding Wheel"
Virgo
"Virgo"
In.Si.Dia
"Denso Inganno"

Archivio resensioni >>>




Raw & Wild TV   

This text will be replaced

Archivio video>>>



Interviste
Speciali
Live reports




Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube


RAW & WILD 2000 / 2016 - P. IVA 03312160710
Ogni riproduzione anche parziale è vietata - Info

Powered by RWdesignstudio.net

admin   
Home | Recensioni | Interviste | Speciali | Download | Live reports | Contatti

La tua pubblicità su R&W
Collabora con Raw & Wild