Raw & Wild - WebMagazine - News - Video - Vinci un CD al mese - Compilation gratuite - Interviste - Recensioni - Date concerti
Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube

Home Recensioni Seciali Live reports Download Contatti

   
   A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z - 0 - 1 - 2 - 3 - 4 - 6 - 7 - . - Í - Æ - '





Reviews - Iùm Scùr
:: Iùm Scùr - Demo(n)i - (Autoprodotto - 2018)
Iùm Scùr è un progetto musicale autoprodotto (misterioso e al momento anche “anonimo”) nato nell\'inverno del 2017, dopo anni di brani composti in totale riservatezza, lasciati ascoltare solo ad amici stretti nel piccolo paese di provenienza del mastermind in Basilicata. Le canzoni, composte dal 2007 ad oggi, rappresentano momenti particolarmente significativi, come fossero dei tatuaggi impressi su disco, per sempre. Il genere musicale predominante è il melodic death metal, con piccole influenze black metal. I testi sono scritti in inglese, italiano e in dialetto locale lucano e i temi trattati spaziano dal paranormale alla morte, al romanzo gotico, alla guerra, ai problemi personali, alla poesia, alla filosofia. Demo(n)i è un dischetto di quattro tracce, tre delle quali con liriche in italiano ed una in inglese; il tutto dura circa quindici minuti – la demo è totalmente autoprodotta e registrata in home recording, e rappresenta il primo lavoro vero e proprio del progetto. La scelta di utilizzare perlopiù la lingua italiana è dovuta alla semplice voglia di sperimentare qualcosa di diverso dalle solite uscite nel genere proposto (e non solo!). Con “Ed ore il nulla” gli Iùm Scùr affrontano temi personali, legati a vicende sentimentali; mentre con “Infime disgrazie” affrontano il tema delle “maschere pirandelliane” e del muro di apparenze che ogni uomo costruisce nella vita di tutti i giorni. “La stirpe del male”, la terza traccia del demo, è una “rappresentazione” dell’apocalisse biblica vista sotto una chiava severa e critica nei confronti dell’uomo, in cui risiede la vera essenza del male; a chiudere il dischetto, l’unico brano cantato in inglese “Lost in an Endless Nightmare”, che affronta il tema degli incubi e che “richiama” da vicino il Gothenburg sound. Come avete letto qualche riga fa, il demo è completamente autoprodotto (diciamo “casalingo”), ma nonostante una “chiara” produzione amatoriale il dischetto gira e si fa apprezzare – sia per il sound proposto, che per i brani in lingua madre, che ben si sposa con il genere. Per essere un “antipasto”, dico che la prova è superata… attendiamo nuovo materiale, magari con una produzione migliore, ma vi attendiamo – non fatevi sfuggire questo demo, amanti (e non solo) del melodic death metal!
Voto: 7/10
Giovanni Clemente

Contact
iumscurband@gmail.com
www.facebook.com/iumscurband
<<< indietro


   
Zippo
"Ode To Maximum (reissue)"
Nevrorea
"Diva"
Albert Marshall
"Speakeasy"
Enio Nicolini
"Live Heavy Sharing Vinile Release"
Silver P.
"Silver P."
AmorNero
"Self Titled"
Moonreich
"Fugue"
Gto
"Super"

Archivio resensioni >>>




Raw & Wild TV   

This text will be replaced

Archivio video>>>



Interviste
Speciali
Live reports




Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube


RAW & WILD 2000 / 2018
Ogni riproduzione anche parziale è vietata - Info


admin   
Home | Recensioni | Interviste | Speciali | Download | Live reports | Privacy | Contatti

La tua pubblicità su R&W
Collabora con Raw & Wild