Raw & Wild - WebMagazine - News - Video - Vinci un CD al mese - Compilation gratuite - Interviste - Recensioni - Date concerti
Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube

Home Recensioni Seciali Live reports Download Contatti

   
   A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z - 0 - 1 - 2 - 3 - 4 - 6 - 7 - . - Í - Æ - '





Reviews - Gualty
:: Gualty - Transistor - (Red Cat Records - 2018)
Simone Trilli “inizia” con questo progetto nel 2011 e dopo un disco autoprodotto nel 2012 (dal titolo “Guilty Volume 1”), pubblicano nel 2015 “Roba dell’altro mondo” (il loro secondo disco) con la Goodfellas; nel 2016 invece inizia la stesura di “Transistor”, un disco volutamente Post-Punk, con chiari riferimenti a band e personaggi degli anni ‘70/’80 come Alan Vega, Talking Heads, Kraftwerk, Joy Division, Tuxedomoon, Killing Joke, etc… e aggiungo anche i primi Litfiba e i Diaframma. La scrittura ha uno stile retrò, senza però disdegnare i tempi moderni… si spazia dalle visioni noir all’angoscia della routine, passando per la frenesia dell’individualità (e non dimentichiamo, anche per i ricordi del passato) – in un brano affrontano il tema dei vaccini, schierandosi dalla parte dei NoVax. La band canta in lingua madre e ci regala un disco con ben dodici tracce (compreso l’outro finale). Tra i brani più “moderni”, cito “Villaggio Morte”; “Try Vega” e “Sostanze Aliene”, dal sound moderno/elettronico che può anche richiamare i “defunti” Bluvertigo oltre ad alcune band sopraccitate. “Family Dream” invece è un brano più lento, ma con un testo “contorto” su una famiglia moderna e che vive mille “avventure/disavventure”. “Gargantua” è un brano strumentale più legato alla scuola dei primi Litfiba (e alla new wave); “Bethel” è un brano a metà strada tra i già citati Bluvertigo e la new wave dei Litfiba/Diaframma (soprattutto la voce di Simone Trilli, in alcune parti dell’album, ricorda il primo Piero Pelù). La copertina del disco è davvero brutta (o sarà io che non l’avrò capita, boh!), non è d’impatto e potrebbe essere scambiata per quella di un disco di musica dance o comunque lontano da quanto in realtà proposto – de gustibus! Cos’altro aggiungere? Beh, “Transistor” non è un album difficile da ascoltare, ma… non è nemmeno un disco facile da farsi piacere; perciò, se amate le sonorità sopraccitate, vi consiglio l’ascolto (e ovviamente vi consiglio di andare a rispolverare i primi Litfiba), per il resto, provate prima su YouTube. A me, personalmente (ma sempre con il massimo rispetto), non hanno colpito – però ragazzi, per me è un arrivederci con un lavoro futuro magari più “corposo” e più personale.
Voto: 5,5/10
Giovanni Clemente

Contact
www.facebook.it/Gualty-271260689553839
<<< indietro


   
Wyatt Earp
"Wyatt Earp"
Finister
"Please, Take your Time"
Magar
"Capolinea"
Akroterion
"Decay Of Civilization"
Zippo
"Ode To Maximum (reissue)"
Nevrorea
"Diva"
Albert Marshall
"Speakeasy"
Enio Nicolini
"Live Heavy Sharing Vinile Release"

Archivio resensioni >>>




Raw & Wild TV   

This text will be replaced

Archivio video>>>



Interviste
Speciali
Live reports




Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube


RAW & WILD 2000 / 2018
Ogni riproduzione anche parziale è vietata - Info


admin   
Home | Recensioni | Interviste | Speciali | Download | Live reports | Privacy | Contatti

La tua pubblicità su R&W
Collabora con Raw & Wild