Raw & Wild - WebMagazine - News - Video - Vinci un CD al mese - Compilation gratuite - Interviste - Recensioni - Date concerti
Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube

Home Recensioni Seciali Live reports Download Contatti

   
   A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z - 0 - 1 - 2 - 3 - 4 - 6 - 7 - . - Í - Æ - '





Reviews - Grave-T
:: Grave-T - Silent Water - (Seahorse Recordings - 2020)
Hanno ucciso il grunge… ma il grunge vive, sopravvive diciamo: soprattutto a Torino, grazie ad un gruppo al debutto su disco. Loro si chiamano Grave T, la lettera T sta Torino: Torino come Seattle, concept album come monito verso una umanità senza scampo, viaggio musicale come visualità delle scure anime che governano questo distratto pianeta foderato di egoismo, individualità e sfruttamento. I quattro membri torinesi della band sono: Marco Magnani (voce), Nick Diamon (chitarre e voce), Davide “Pappa” Paparella (batteria), Adriano Serafini (basso).
Lavoro intrigante (grazie anche alla splendida cover), micidiale per ciò che riguarda la produzione nella sua pastosità sonora e nel suo equilibrio funzionale per ciò che riguarda tutti gli strumenti e per quella voce così abrasiva, sofferta e acida nel percorso solido del concept “Silent Water”. Gli assoli hanno quel gusto retrò blues che incide sulla pelle di ogni rocker, mentre sia il basso che la batteria sono sinonimo di precisione e rabbia punk rock. Il disco si apre con “Bloody Fountain” ed è subito bordata alla Soundgarden dove il ritornello dolce con sofferenza va ad aprire il cerchio di questo viaggio nei meandri della nostra “colpevole” umanità. “Grave T Wonder” è ferale, è gustosa, è la song con più attinenza metalcore di attuale modernità. L’avvolgenza del grunge anni 90 arriva con “Two Good Sisters” nella sua totale e squisita depressione. “Sick” e “Silent Water” hanno l’anima alla Alice the Chains con quelle chitarre grasse, corpose che compiono giri immensi e poi si rincontrano (ops forse era un’altra canzone…). Eccola la prima perla dell’album: “Blue Whale” è una canzone ricca nella sua profonda immensità di fondo, con quel intercedere di pianoforte triste ma limpido che arriva dal profondo sottomarino (chi ha detto “Echoes”?) dove il grido disperato della fauna animale da noi uccis, si eleva in una malinconia e si trasforma nella più inquietante venatura stoner/alternative e blues ma di quello catramoso di quello fangoso. Tutti i quarantenni/cinquantenni vedranno e sentiranno in questa canzone il loro passato, malinconicamente, il loro presente, rabbiosamente, sentendo quella profondità nel futuro. Lemmy e i suoi Motorhead si fanno sentire nella successiva “Human Impact”, veloce e grezza, mentre “Viper” ha nel suo giro ipnotico, nervoso, rabbioso il suo credo disperato. Altra gemma di questo prezioso quanto affascinante album si chiama “Maiden” ma non ha nulla a che fare con i paladini inglesi Iron; il richiamo dei magici Pink Floyd si enuncia come una sorta di semi cover (non voluta espressamente), visto il giro simil “Money”, infarcendo così questa song di stoner/rock in un viaggio pindarico con un refrain così scintillante ed eccitante. La conclusione del concept sta nella rabbiosa hardcore “Era Horizon”, feroce e diretta ma con un lume di speranza finale. Di questi tempi così magri di bellezza, così tristi di cultura, così vergognosi di stupidità umana, questo album si potrebbe elevare ad oggetto di riflessione, nonché di assoluta originalità tecnica compositiva, di levatura oltre, profonda di silenziosa acqua.
Voto: 8,5/10
Daniele Mugnai

Contact
www.facebook.com/gravetorino
<<< indietro


   
Crash Burn Inferno
"Electric Church Of The Middle Finger"
Notturno Concertante
"Let Them Say"
Destruction
"Born to Thrash"
Supernovos
"Nahtlos"
The Great Kat
"Beethoven’s Violin Concerto"
Chien Bizarre
"Mostri"
Twelve
"Twelve"
Witchcraft
"Black Metal"

Archivio resensioni >>>




Raw & Wild TV   


Archivio video>>>



Interviste
Speciali
Live reports




Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube


RAW & WILD 2000 / 2020
Ogni riproduzione anche parziale è vietata - Info


admin   
Home | Recensioni | Interviste | Speciali | Download | Live reports | Privacy | Contatti

La tua pubblicità su R&W
Collabora con Raw & Wild