Raw & Wild - WebMagazine - News - Video - Vinci un CD al mese - Compilation gratuite - Interviste - Recensioni - Date concerti
Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube

Home Recensioni Seciali Live reports Download Contatti

   
   A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z - 0 - 1 - 2 - 3 - 4 - 6 - 7 - . - Í - Æ - '





Reviews - Global Scum
:: Global Scum - Odium - (NRT-Records - 2019)
Secondo disco (“Hells is Home” è del 2017) per l’austriaco Manuel Harlander, tutto fare dei Global Scum; una “band” che secondo l’etichetta richiama i Soulfly, i Sepultura, gli Slipknot e gli Ektomorf. “Odium” è un concentrato di groove metal che può attirare con facilità i fan delle band succitate: il thrash/hardcore si palesa in brani come “Fake As Fuck”, “Assassins” e nella conclusiva “Mental Anxiety”, mentre a spezzare l’energia sprigionata dai 12 brani (su 13) è “Savage Killer”, brano strumentale. Global Scum è una one man band, espressa da un bravo polistrumentista che crea atmosfere apocalittiche (come la copertina “illustra”), con una sezione ritmica “martellante” e ossessiva e in generale con una proposta che forse faceva gola nei primi anni 2000 (sia con le band già citate e sia con band come Machine Head, Fear Factory, etc.). Agli inizi del 2019, Manuel ha anche lanciato due singoli, “Feared” e “Assassins” (entrambi inclusi su questo disco). “Odium” inizia con “Lunatic”, brano brevissimo ma che ci riporta in un contesto industrial; tuttavia, la direzione cambia (leggermente) con il groove metal di “Feared” (primo singolo) e, brano dopo brano, i Global Scum si fanno più brutali e “rumoreggianti” – mantenendosi in bilico tra il groove e il death metal (dalle influenze moderne, naturalmente). “Back Beats” è un brano più “elettronico” e comunque freddo, ma spezza un po’ quell’atmosfera catastrofica e claustrofobica del disco. “Martyrium” è invece cantata in tedesco… Beh, i brani sono “brevi” (ma intensi) e si fanno ascoltare con facilità; è un lavoro che farà sicuramente gola a chi apprezza un sound moderno, anche se – diciamolo – Manuel Harlander non inventa nulla, ma suona con passione e propone un sound solo leggermente “ampliato” rispetto al disco d’esordio. Non resta che attendere il terzo album, il possibile disco della maturità, per giudicare in pieno questo giovanotto austriaco. Noi però, alziamo il volume e scapocciamo con “Odium”!
Voto: 6/10
Giovanni Clemente

Contact
www.global-scum.com
<<< indietro


   
6th Circle
"The Third Estate"
Herrschaft
"Le Festin du Lion"
Tableau Mort
"Veil of Stigma. Book I: Mark of Delusion"
Nile
"Vile Nilotic Rites"
Wraith
"Absolute Power"
Mercy’s Dirge
"Live, Raw and Relentless"
Ordinul Negru
"Lifeless (Re-release) + Nostalgia of The Fullmoon Nights (Re-release)"
Agnostic Front
"Get Loud!"

Archivio resensioni >>>




Raw & Wild TV   


Archivio video>>>



Interviste
Speciali
Live reports




Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube


RAW & WILD 2000 / 2019
Ogni riproduzione anche parziale è vietata - Info


admin   
Home | Recensioni | Interviste | Speciali | Download | Live reports | Privacy | Contatti

La tua pubblicità su R&W
Collabora con Raw & Wild