Raw & Wild - WebMagazine - News - Video - Vinci un CD al mese - Compilation gratuite - Interviste - Recensioni - Date concerti
Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube

Home Recensioni Seciali Live reports Download Contatti

   
   A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z - 0 - 1 - 2 - 3 - 4 - 6 - 7 - . - Í - Æ - '





Reviews - Die! Die! Die!
:: Die! Die! Die! - Charm. Offensive - (Sounds Of Subterrania - 2017)
I Die! Die! Die! sono un trio neozelandese attivo dal 2003, giunti con questo “Charm. Offensive” al sesto album. Un dischetto niente male, che parte da una base post/punk per sconfinare nei vasti territori del noise, con vari episodi di ricerca melodica che in altri contesti definiremmo semplicemente “pop”; lo facciamo anche qui, senza tema di bollare Andrew Wilson e soci con etichette inopportune. Data la punteggiatura ribelle e situazionista sia nel monicker che nel titolo del disco, cosa dobbiamo attenderci? Le prime impressioni derivanti dall’ascolto dell’opener “How Soon Is Too Soon” fanno pensare agli Smiths di “The Queen Is Dead” ma anche ai Bauhaus e, perché no, ai Gang Of Four, ponendo una seria ipoteca sull’ascoltatore attento che comunque scoprirà, nelle dodici tracce di cui si compone “Charm. Offensive”, la quasi totalità delle influenze che ribollono nell’ideale pentolone dei Die! Die! Die! In effetti, ce n’è per tutti: “Bottlecapes And Phones” mostra il lato più radio-friendly della band (singolo riuscitissimo, lasciatemelo dire) e “Sinister” ricorda addirittura i Placebo, mentre “Still Echoes” si libera dell’etichetta di post rock tout court grazie ad un’architettura chitarristica che fa pensare a East Bay Ray e ai gloriosi Dead Kennedys; l’oscura “For Melody” lascia spazio all’episodio marcatamente kraftwerkiano di “Demon And The Street”, ma è su “Bite My Lip” che i Die! Die! Die! trovano la quadra, dal mio punto di vista: hardcore Washington DC secco e asciutto in pieno stile fugaziano, con la carica emozionale di “Only Thing I Want” a chiudere in maniera appropriata il disco. Aggiungerò qui che questi simpatici neozelandesi mi ricordano i macedoni Bernays Propaganda, anche se senza la stessa dirompente carica iconoclasta; quello che è immancabile è il sudore, l’energia, il magnetismo che si sprigiona in quelle quattro assi che sorreggono i palchi su cui simili band passano la maggior parte del loro tempo, e il risultato si sente. Orbene, non voglio dirvi che “Charm. Offensive” sia un album imprescindibile, non è questo il punto; piuttosto, se le influenze sopra descritte significano qualcosa per voi, troverete nei Die! Die! Die! dei buoni compagni di avventura, magari andando a spulciare nel resto della loro discografia.
Voto: 7/10
Francesco Faniello

Contact
www.facebook.com/diediedieband
<<< indietro


   
Fire Strike
"Slaves of Fate"
Aliante
"Forme Libere"
Unreal Terror
"The New Chapter"
Vetriolica
"Dichiarazione D’odio"
Stereo Nasty
"Twisting the Blade"
Kal-El
"Astrodoomeda"
Die! Die! Die!
"Charm. Offensive"
I Sileni
"Rubbish"

Archivio resensioni >>>




Raw & Wild TV   

This text will be replaced

Archivio video>>>



Interviste
Speciali
Live reports




Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube


RAW & WILD 2000 / 2016 - P. IVA 03312160710
Ogni riproduzione anche parziale è vietata - Info

Powered by RWdesignstudio.net

admin   
Home | Recensioni | Interviste | Speciali | Download | Live reports | Contatti

La tua pubblicità su R&W
Collabora con Raw & Wild