Raw & Wild - WebMagazine - News - Video - Vinci un CD al mese - Compilation gratuite - Interviste - Recensioni - Date concerti
Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube

Home Recensioni Seciali Live reports Download Contatti

   
   A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z - 0 - 1 - 2 - 3 - 4 - 6 - 7 - . - Í - Æ - '





Reviews - Afar Combo
:: Afar Combo - Majid - (Music Force - 2018)
Gli Afar Combo devono essere dei gran burloni. Non si spiegherebbe diversamente il mash-up in chiave jazzistica tra “God Of Thunder” e “I Was Made For Loving You” che costituisce la spina dorsale di “Rokia”, brano di apertura di questo disco. Provate ad ascoltare e ditemi: le trame chitarristiche di Alan Malusà Magno e la tromba di Mirko Cisilino si incrociano proprio seguendo questo schema... citazione voluta o fortuita coincidenza esaltata dalla (mia) deformazione professionale? Chissà se lo sapremo mai... in ogni caso, è il biglietto da visita ideale per il quartetto friulano Afar Combo, fuori con il secondo disco “Majid” (maestoso, in arabo) per la Music Force di Chieti. La band, partita da un’impostazione più legata alla tradizione jazz per il primo, omonimo album, sperimenta con questo secondo capitolo una maggiore apertura verso influenze “esterne”, siano esse legate all’etno/world music o alle asperità del rock. La definizione jazz rock che il combo dà di sé non è dunque casuale, visto che – tra suggestioni che possono ricordare il progetto Masada di John Zorn e qualche rimando alla via italiana al jazz – ciò che spicca è proprio il jazz rock di “Paesaggio” che ricorda i Nucleus in salsa sudamericana. Sì, avete letto bene... mi riferisco proprio a quelle sonorità care alla ricerca sonora di Villa Lobos, festose ma ammantate di inevitabile malinconia. Inevitabile dunque soffermarsi su “Barca a vela”, che costituisce un ponte ideale tra il Mediterraneo e la New York di Bernard Herrmann (a margine: tra le tante versioni di “Taxi Driver”, memorabile resta proprio quella di John Zorn), o sull’incontro impossibile tra ska e prog che si consuma su “Ferrage”. Non voglio scomodare nomi come i Supersister, non siamo al cospetto di quel tipo di sperimentazione, ma è innegabile come le atmosfere di “Majid” siano di buon effetto. Promossi e... per dirla con la loro jam conclusiva, buon “Bulga bulga” a tutti!
Voto: 7,5/10
Francesco Faniello

Contact
www.facebook.com/AFARCOMBO
<<< indietro


   
Psycho Kinder
"ExTension"
Iastema
"Walk On The Old Light"
In-Side
"Out-Side"
Aeternal
"The Conscious Machine"
Mouth Of Clay
"Darkened Sun"
Riot V
"Armor Of Light"
Svartanatt
"Svartanatt"
Magia Nera
"L’Ultima Danza Di Ophelia"

Archivio resensioni >>>




Raw & Wild TV   

This text will be replaced

Archivio video>>>



Interviste
Speciali
Live reports




Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube


RAW & WILD 2000 / 2017
Ogni riproduzione anche parziale è vietata - Info

Powered by RWdesignstudio.net

admin   
Home | Recensioni | Interviste | Speciali | Download | Live reports | Contatti

La tua pubblicità su R&W
Collabora con Raw & Wild